Giudici e giuristi del Bangladesh partecipano a un convegno sulla legge baha’i

DHAKA, Bangladesh, 18 dicembre 2011, (BWNS) – Quasi 180 professionisti della legge provenienti da tutto il paese si sono riuniti in un convegno sulla Fede baha’i e le leggi della persona e della famiglia ai quali i suoi membri devono attenersi.

Questo evento, che non ha precedenti e che si è svolto nell’auditorium della Corte suprema del paese, intendeva preparare avvocati e giudici ai quali potesse essere chiesto di assistere baha’i su temi legali relativi al matrimonio e all’eredità.

Nel Bangladesh, c’è una divisione fra le leggi pubbliche e quelle private o personali e le questioni familiari ricadono sotto la legislazione religiosa. Circa il 90 per cento della popolazione è musulmana e le leggi islamiche della persona e della famiglia sono ben note nel paese.

«La cosa è significativa perché se sorgono problemi fra baha’i, i giudici devono giudicare in base alle leggi personali baha’i», ha detto Jabbar Eidelkhani, membro del Corpo continentale dei Consiglieri che ha parlato durante il convegno.

«E ora gli avvocati e i giudici che hanno partecipato a questo convegno e alle sessioni di formazione che l’hanno preceduto sono meglio informati sulle leggi che riguardano i baha’i», ha detto.

Il convegno durato un giorno, il 3 dicembre, è stato aperto da Mizanur Rahman, presidente della commissione del Bangladesh per i diritti umani.

«Se la religione serve ad assicurare la dignità della persona, la legge baha’i della persona si occupa di questo tema. Sotto questo aspetto la Fede baha’i non è diversa da altre religioni», ha detto il dottor Rahman.

Hanno parlato anche il giudice Delwar Hossain, che ha presentato un documento programmatico sull’origine e il background delle leggi baha’i della persona e l’avvocato Samarendra Nath Goswami, il principale organizzatore dell’evento, che ha discusso il significato delle leggi baha’i per i professionisti della legge. Prima del convegno il signor Goswami ha condotto piccole sessioni di formazione sul tema.

I baha’i sono presenti nel Bangladesh sin dagli anni 1920. La prima Assemblea Spirituale Locale si è formata a Dhaka nel 1952. L’Assemblea Spirituale Nazionale dei Baha’i del Bangladesh è stata formata nel 1972, poco dopo la dichiarazione d’indipendenza del paese. In questo momento si calcola che nel paese vivano circa 13 mila baha’i.

Per leggere l’articolo online e vedere le fotografie, si vada a http://news.bahai.org/story/875

Altri articoli collegati:

  1. Un ricordo del lascito di ‘Abdu’l-Baha all’Egitto, cent’anni dopo Come la lettera aperta dei baha’i dell’Egitto, che sollecita un dialogo nazionale sul futuro del paese, incomincia a suscitare un vasto interesse, così analoghe discussioni fra gli egiziani cent’anni or...
  2. I baha’i europei celebrano il centenario dei viaggi di ‘Abdu’l-Baha I baha’i europei celebrano il centenario dei viaggi di ‘Abdu’l-Baha I baha’i in Europa ricordano il centenario degli storici viaggi di ‘Abdu’l-Baha in Occidente riflettendo sulle qualità del Suo eccezionale...
  3. Un convegno universitario discute la volontà di rendere estranei i baha’i iraniani Un convegno universitario discute la volontà di rendere estranei i baha’i iraniani Molti studiosi iraniani, provenienti da università famose nel mondo, si sono riuniti qui per un pionieristico convegno universitario...
  4. Il restauro di un luogo sacro fa luce sulla storia della regione Dopo oltre tre anni di lavori di restauro e conservazione, un luogo sacro baha’i offre ora un’immagine del retaggio industriale e spirituale di questa parte della Terra Santa. Continue reading...
  5. L’Iran sta sistematicamente perseguitando i baha’i, dice un esperto sulla libertà religiosa delle Nazioni Unite L’Iran sta sistematicamente perseguitando i baha’i, dice un esperto sulla libertà religiosa delle Nazioni Unite Secondo un esperto dell’ONU la persecuzione dell’Iran contro i baha’i è fra le più «estreme...
This entry was posted in comunicati stampa and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.