I baha’i colombiani pubblicano una lettera aperta per la pace

25 set

CALI, Colombia, 25 settembre 2016, (BWNS) — La comunità baha’i della Colombia ha pubblicato una lettera aperta chiedendo a tutti i colombiani di cogliere l’occasione «storica» e di lavorare per la causa della pace. La lettera anticipa la firma di un accordo di pace tra il governo colombiano e le Forze armate rivoluzionarie dell’esercito popolare della Colombia (FARC-EP) il 26 settembre.

L’accordo è una pietra miliare sulla via della pace in Colombia, che ha sofferto più di cinquant’anni di violenza nel più prolungato conflitto armato del mondo.

La lettera della comunità baha’i celebra il successo delle trattative di pace, pur riconoscendo che il duro lavoro per costruire una società giusta e armoniosa è ancora tutto da fare.

«Gli occhi del mondo sono puntati sulla Colombia», dice il comunicato. «Cerchiamo di offrire un modello che ispiri ed edifichi i cuori dei nostri simili in tutto il pianeta».

La lettera aperta è un riconoscimento delle opportunità che ora si aprono ai colombiani di forgiare nuovi modelli di interazione e nuove abitudini di pensiero.

Nel corso dei decenni, la comunità baha’i colombiana ha promosso una cultura per una vita pacifica e significativa in molte regioni del Paese attraverso processi educativi che mirano a creare nei bambini, nei giovani e negli adulti le capacità necessarie per promuovere il benessere e l’unità delle proprie comunità.

«Abbiamo visto che piccoli atti di servizio volontario possono produrre cambiamenti profondi e duraturi nelle famiglie, nei bambini e nei loro quartieri», ha spiegato Ximena Osorio, un rappresentante della comunità baha’i colombiana. «Ogni persona ha il potenziale per diventare un agente attivo di cambiamento sociale e contribuire a costruire una società pacifica».

La lettera aperta contiene anche un avvertimento: «La nostra pace è fragile. Richiede un livello di integrità che ci permetta di trascendere i dibattiti polarizzati, di ritornare a quei principi superiori ai quali tutte le società aspirano, a quel terreno comune che è il fondamento del consenso».

«Ma al di là delle parole», prosegue, «la partecipazione potrebbe forse trovare la propria massima espressione nei fatti — nella fioritura di innumerevoli atti di volontariato in tutto il Paese che infondano nella nostra società un nuovo spirito di speranza per il futuro della Colombia».

La dichiarazione è stata pubblicata in spagnolo. Una versione in inglese è disponibile presso news.bahai.org/story/1121.

Per leggere l’articolo in inglese on-line, visualizzare le fotografie e accedere ai link si vada a: news.bahai.org/story/1121

Altri articoli collegati:

  1. Una lettera aperta sui diritti di tutti gli iraniani L’Assemblea Spirituale Nazionale dei Baha’i d’Italia ha saputo che in una lettera aperta al capo della magistratura iraniana, la Baha’i International Community ha rilevato ieri la contraddizione fra le persecuzioni...
  2. Una lettera aperta all’Iran chiede di mettere fine all’oppressione degli studenti Una lettera aperta all’Iran chiede di mettere fine all’oppressione degli studenti In una lettera aperta al Ministro dell’istruzione iraniano, la Baha’i International Community chiede di mettere fine alle «pratiche ingiuste...
  3. Un ricordo del lascito di ‘Abdu’l-Baha all’Egitto, cent’anni dopo Come la lettera aperta dei baha’i dell’Egitto, che sollecita un dialogo nazionale sul futuro del paese, incomincia a suscitare un vasto interesse, così analoghe discussioni fra gli egiziani cent’anni or...
  4. Un secolo dopo, il retaggio di ‘Abdu’l-Baha onorato in un ricevimento del governo britannico Ministri del governo e membri del parlamento hanno accolto a Londra un’ottantina di baha’i in un evento senza precedenti per rendere omaggio ad ‘Abdu’l-Baha, cent’anni dopo la Sua visita in...
  5. Il contributo delle fedi alla pace esaminato al Palazzo presidenziale in Colombia Il contributo delle fedi alla pace esaminato al Palazzo presidenziale in Colombia In previsione di uno storico accordo di pace attesissimo in Colombia tra il governo e le Forze armate...

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi