La collaborazione è fondamentale per la lotta contro l’intolleranza, dice la BIC

23 giu

La collaborazione è fondamentale per la lotta contro l’intolleranza, dice la BIC

L’urgente necessità di combattere la discriminazione e i crimini d’odio in Europa e nel mondo richiede più alti livelli di collaborazione tra le organizzazioni della società civile, ha dichiarato l’ufficio di Bruxelles della Baha’i International Community (BIC) in un recente seminario, intitolato «Trasformare le parole in azione per affrontare l’antisemitismo, l’intolleranza e la discriminazione”.

Ospitato dall’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) e dall’Intergruppo del Parlamento europeo contro il razzismo e la diversità (ARDI) dal 16 al 17 giugno 2016 a Bruxelles, il seminario è stato organizzato per «l’urgente necessità di contribuire a sostenere e rafforzare il buon lavoro già intrapreso da coalizioni della società civile e per favorire la costruzione di ulteriori forti reti intercomunali e interconfessionali della società civile per prevenire e porre fine a tutte le forme di crimini d’odio e di discriminazione». Erano presenti oltre sessanta partecipanti, tra cui membri del Parlamento europeo e rappresentanti di svariate organizzazioni della società civile.

Nel suo intervento durante il seminario, Rachel Bayani, rappresentante della BIC, ha detto che le coalizioni devono costruire più robusti ponti di comprensione mediante il loro grande impegno negli sforzi di collaborazione al servizio dell’armonia sociale. «Le coalizioni devono essere incoraggiate a raggiungere livelli sempre più elevati di unità di pensiero e a sviluppare una visione comune del mondo che stiamo cercando di far progredire», ha dichiarato. «Noi, membri della società civile, indipendentemente dai gruppi specifici che rappresentiamo, non dobbiamo guardare solo ai nostri interessi specifici, ma dobbiamo cercare di favorire gli interessi di tutti i membri della società».

La signora Bayani ha spiegato che questo cambiamento richiede un lavoro difficile per costruire una maggiore unità. «Senza una visione comune, continueranno ad esistere visioni del mondo frammentate».

Si sta pianificando una serie di eventi organizzati dall’OSCE con l’obiettivo di rafforzare la collaborazione tra le organizzazioni della società civile nell’ambito dell’intolleranza e della discriminazione.

Per leggere l’articolo in inglese on-line, visualizzare le fotografie e accedere ai link si vada a: http://News.Bahai.org/Story/1111 https://ssl.translatoruser.net/bv.aspx?from=en&to=it&a=http%3A%2F%2Fnews.bahai.org%2Fstory%2F1111

Altri articoli collegati:

  1. Malgrado le promesse, l’Iran continua a violare i diritti umani, dice un rapporto dell’ONU Malgrado l’Iran abbia recentemente detto che intende migliorare la situazione dei diritti umani nel paese, i segni di cambiamento sono stati ben pochi. Lo afferma una rapporto emesso il 22...
  2. L’Iran continua la sua persecuzione contro la comunità baha’i I baha’i propongono all’umanità un progetto sociale, qualificato di volta in volta dai loro detrattori come rivoluzionario oppure occidentale, o entrambi, in quanto innovatore e progressista. Questo spiega perché, a...
  3. Irruzioni contro un programma educativo baha’i Le case di parecchi baha’i iraniani, attivi in un’iniziativa della comunità che ha lo scopo di fornire un programma di studi superiori ai suoi giovani membri ai quali si impedisce...
  4. Indignazione in tutto il mondo per l’attacco dell’Iran contro gli educatori baha’i Governi, organizzazioni ed educatori hanno condannato il recente attacco dell’Iran contro un’iniziativa che offre studi superiori ai giovani baha’i ai quali non è consentito frequentare l’università. Il governo dell’Austria, oltre...
  5. L’Iran sta sistematicamente perseguitando i baha’i, dice un esperto sulla libertà religiosa delle Nazioni Unite L’Iran sta sistematicamente perseguitando i baha’i, dice un esperto sulla libertà religiosa delle Nazioni Unite Secondo un esperto dell’ONU la persecuzione dell’Iran contro i baha’i è fra le più «estreme...

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi