Lanciata una campagna globale per il settimo anniversario dell’arresto dei sette leader baha’i iraniani

15 mag

Il 14 maggio la Baha’i International Community ha lanciato una campagna per ricordare il settimo anniversario dell’ingiusto arresto e detenzione dei sette ex leader baha’i in Iran

La campagna durerà fino al 21 maggio 2015. Le comunità baha’i di tutto il mondo e altri prevedono manifestazioni per richiamare l’attenzione sulla sorte dei sette, che sono stati arrestati nel 2008. Si parlerà anche della situazione di una novantina di baha’i e di altri prigionieri di coscienza in Iran.

«Gli eventi dell’anno scorso hanno dimostrato ancor più chiaramente al popolo iraniano e alla gente di tutto il mondo che promuovono la pace e la concordia il netto contrasto fra le intenzioni pacifiche e il servizio altruistico della comunità baha’i e i deplorevoli atti disumani di coloro che, sotto l’influenza di ignoranti pregiudizi religiosi, continuano a perpetrare ingiustizie contro di voi», ha scritto la Casa Universale di Giustizia, l’ente che guida la Fede baha’i, in una lettera indirizzata ai baha’i in Iran questo mese.

La campagna si chiamerà «Sette giorni per ricordare i sette anni dei sette dirigenti baha’i». Nei prossimi giorni, ogni giorno si ricorderà uno dei sette, che sono Mahvash Sabet, Fariba Kamalabadi, Jamaloddin Khanjani, Afif Naeimi, Saeid Rezaie, Behrouz Tavakkoli e Vahid Tizfahm.

Sono state approntate molte pagine facebook in inglese e in persiano ed è stato scelto un hashtag #7Bahais7years. Altre informazioni si trovano in www.bic.org/7Bahais7years.

I sette erano membri di un gruppo ad hoc, ora sciolto, che si occupava dei bisogni spirituali e sociali della comunità baha’i iraniana, in mancanza dell’istituzione ufficiale eletta che è stata messa al bando nel 1983.

La signora Sabet è stata arrestata il 5 marzo 2008 e gli altri sei il 14 maggio dello stesso anno. Nel 2010 i sette sono stati processati e ingiustamente condannati per accuse di spionaggio e di diffondere falsa propaganda contro il regime. Sono stati condannati a 20 anni di prigione. Nessun altro prigioniero di coscienza in Iran ha subito una condanna così dura.

Per leggere online l’articolo in inglese, vedere le foto e accedere ai link si vada a: http://news.bahai.org/story/1053

Altri articoli collegati:

  1. Sembra concluso il processo dei sette dirigenti baha’i iraniani L’Assemblea Spirituale Nazionale dei Baha’i d’Italia ha appreso che il processo contro i sette dirigenti baha’i trattenuti in carcere per oltre due anni in Iran sembra giunto al termine dopo...
  2. I sette leader baha’i imprigionati inviano una lettera al presidente Rouhani I sette leader baha’i imprigionati hanno scritto una lettera al presidente Hassan Rouhani, commentando la sua proposta di una «Carta dei diritti del cittadino». Durante la sua campagna elettorale di...
  3. In Iran alcuni difensori dei diritti umani commemorano il sesto anniversario dell’arresto dei sette dirigenti baha’i In Iran alcuni difensori dei diritti umani commemorano il sesto anniversario dell’arresto dei sette dirigenti baha’i In una dimostrazione di solidarietà che non ha precedenti, alcune influenti personalità iraniane, attivisti...
  4. Fissata per il 12 giugno la quarta udienza per i sette dirigenti baha’i iraniani imprigionati La Baha’i International Community ha saputo che la quarta udienza per i sette dirigenti baha’i iraniani che si trovano in prigione da oltre due anni è stata fissata per sabato...
  5. Appello dei capi religiosi inglesi per la liberazione dei sette dirigenti bahai iraniani Il dottor Kishan Manocha, responsabile degli affari esterni della comunità baha’i del Regno Unito ha informato l’Assemblea Spirituale Nazionale dei Baha’i d’Italia che i più importanti capi religiosi della Gran...

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi