Trovata una sede permanente per un’importane raccolta di letteratura baha’i

16 feb

Trovata una sede permanente per un’importane raccolta di letteratura baha’i

Una grande biblioteca di libri baha’i e di letteratura affine è stata aperta ai ricercatori, esattamente 35 anni dopo la morte del suo fondatore.

Quando morì a Londra il 12 febbraio 1980, l’illustre studioso, storico e scrittore Hasan M. Balyuzi (1908-1980) lasciò una straordinaria raccolta di circa diecimila libri e una vasta quantità di manoscritti, lettere autentiche, carte geografiche, documenti, periodici e testi inediti, alcuni dei quali risalgono al XIX secolo.

Il signor Balyuzi desiderava che la sua raccolta fosse messa «a disposizione di tutti coloro che ricercano il sapere» e in un codicillo del suo testamento ha chiesto di fondare una «biblioteca Afnan». Il signor Balyuzi era membro dell’illustre famiglia Afnan ed era pronipote di un cognato del Bab (1819-1850), uno dei due Profeti Fondatori della Fede baha’i.

«I libri sono stati per tutta la vita l’amore di mio padre», ha detto Robert Balyuzi, uno dei cinque figli dello studioso, quattro dei quali erano presenti all’inaugurazione della sede permanente della biblioteca.

«Egli amava l’aspetto dei libri, la sensazione di tenerli in mamo, il loro odore e i libri sono stati sempre i suoi compagni . . .Non pensava che i libri che possedeva fossero suoi, ma li considerava temporaneamente sotto la sua custodia», ha detto il signor Balyuzi.

La Fondazione della biblioteca Afnan è nata nel 1985 per gestire e arricchire la raccolta e per trovare un edificio adatto ad accoglierla. Lo scorso aprile si è presentata l’occasione di acquistare un locale dignitoso, una cappella recentemente restaurata nella cittadina di Sandy, nei pressi di Cambridge.

«Subito dopo la sua morte abbiamo incominciato a raccogliere fondi e a pensare a trovare un sede ideale», ha detto Moojan Momen, il fiduciario della Biblioteca Afnan.

«Abbiamo provato con tre diversi edifici nel passato ma nessuno di essi si è dimostrato adatto. Ora abbiamo questo che ha tutte le comodità», ha detto il dottor Momen, che è stato assistente per le ricerche del defunto signor Balyuzi. «Perciò siamo molto felici di questa sistemazione che pensiamo sarà la sede permanente della biblioteca».

L’edificio è stato ufficialmente inaugurato il 12 febbraio u.s. dallo sceriffo di Bedfordshire, Colin Osborne.

«Questo edificio che è una parte importante del patrimonio di Sandy si trova in un’ottima posizione nella zona della Piazza del mercato», ha detto il signor Osborne. «Sono molto lieto che gli amministratori della Biblioteca Afnan abbiamo scelto Sandy e questo edificio in particolare».

«Auguro alla biblioteca un grande successo e spero che i suoi visitatori trovino un luogo pacifico e tranquillo e possano fare le ricerche che desiderano», ha concluso il signor Osborne.

Il signor Balyuzi non ha raccolto solo letteratura baha’i, ma anche testi che riguardano altre religioni, la storia, il Medio Oriente e molti altri temi. Dal 1980 la biblioteca ha ricevuto donazioni di libri e documenti dai membri della comunità baha’i e ha continuato ad acquisire nuove pubblicazioni per tenere la raccolta aggiornata.

Ci si aspetta che i ricercatori si servano ora della biblioteca come era desiderio del signor Balyuzi.

«Chiunque ne abbia bisogno può venire per appuntamento e aver accesso al suo materiale», ha detto il dottor Momen. «In questo momento, la biblioteca è unica nel mondo perché non c’è alcun altro posto dove si possa andare e accedere a un materiale baha’i così vasto, diverso e profondo».

Per leggere online l’articolo in inglese, vedere le foto e accedere ai link si vada a: http://news.bahai.org/story/1040

Altri articoli collegati:

  1. Un secolo dopo, il retaggio di ‘Abdu’l-Baha onorato in un ricevimento del governo britannico Ministri del governo e membri del parlamento hanno accolto a Londra un’ottantina di baha’i in un evento senza precedenti per rendere omaggio ad ‘Abdu’l-Baha, cent’anni dopo la Sua visita in...
  2. Un ricordo del lascito di ‘Abdu’l-Baha all’Egitto, cent’anni dopo Come la lettera aperta dei baha’i dell’Egitto, che sollecita un dialogo nazionale sul futuro del paese, incomincia a suscitare un vasto interesse, così analoghe discussioni fra gli egiziani cent’anni or...
  3. Celebrato il centenario dei viaggi di ‘Abdu’l-Baha in Nord America Migliaia di baha’i e di loro amici negli Stati Uniti stanno ricordando il centenario del viaggio di otto mesi compiuto da ‘Abdu’l-Baha nel loro paese. Dopo la Rivoluzione dei Giovani...
  4. I baha’i europei celebrano il centenario dei viaggi di ‘Abdu’l-Baha I baha’i europei celebrano il centenario dei viaggi di ‘Abdu’l-Baha I baha’i in Europa ricordano il centenario degli storici viaggi di ‘Abdu’l-Baha in Occidente riflettendo sulle qualità del Suo eccezionale...
  5. Legale dei dirigenti baha’i detenuti parla nella sede del Parlamento europeo Legale dei dirigenti baha’i detenuti parla nella sede del Parlamento europeo Uno dei legali che hanno difeso i sette dirigenti baha’i detenuti in Iran ha pronunciato un appassionato appello alla...

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi