Un importante raduno europeo discute il tema «migrazione e ruolo della religione»

9 ott

la Comunità Baha'i partecipa alll’incontro per l’implementazione della dimensione umana organizzato da OCSE a Varsavia, Polonia.VARSAVIA – L’Ufficio di Bruxelles della Baha’i International Community (BIC) ha recentemente partecipato al più grande convegno europeo sui diritti umani e sulla democrazia— l’Incontro per l’implementazione della dimensione umana (HDIM). L’evento è stato organizzato dall’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) e ha avuto luogo dal 21 settembre al 2 ottobre a Varsavia, Polonia.

A 57 Stati dell’OSCE si sono aggiunte altre agenzie, tra cui varie strutture dell’ OSCE, organizzazioni della società civile e una gamma di soggetti interessati.

La sessione sulla tolleranza e la non discriminazione, che ha affrontato in particolare la lotta contro il razzismo e la xenofobia, si è occupata della discriminazione contro le comunità religiose. Gli stati partecipanti dell’OSCE si erano già occupati della prevenzione dell’intolleranza e della discriminazione «favorendo lo sviluppo di politiche complessive di educazione nazionale» e «adottando misure per una maggiore sensibilizzazione».

Durante la sessione, Rachel Bayani, rappresentante della BIC, ha incoraggiato l’OSCE a riflettere su come i processi educativi e gli sforzi per costruire capacità possano rafforzare la coscienza collettiva dell’unicità del genere umano, soprattutto tra le generazioni più giovani.

Nei suoi commenti, la signora ha dichiarato che «l’intolleranza e la discriminazione sono essenzialmente manifestazioni di una tendenza ad identificarsi troppo rigidamente con alcune caratteristiche sociali, culturali, fisiche o di altro genere e a metterle al centro della propria comprensione di se stessi».

«Per favorire la prevenzione di queste rigide identificazioni, occorre trovare modi per rafforzare la consapevolezza collettiva della fondamentale unità del genere umano e per ampliare la comprensione della nostra onnicomprensiva identità umana primaria», ha proseguito.

La sessione sulla libertà di pensiero, di coscienza, di religione o di credo ha fornito l’occasione per discutere le attuali sfide al pieno esercizio del diritto di cui sopra nell’area dell’OSCE e i mezzi con cui tutti gli attori interessati, comprese le comunità religiose, possono lavorare insieme per affrontare queste sfide.

La signora Bayani ha detto che la promozione del diritto alla libertà di religione o di credo deve andare di pari passo con una più profonda comprensione di come la religione può contribuire al progresso della società.

«Non è sorprendente che le percezioni di come la religione contribuisca alla società tendano ad oscurarsi, date le espressioni distruttive delle credenze religiose che talora appaiono nel mondo e in Europa oggi», ha dichiarato.

«Occorre avviare un processo collettivo di identificazione di un’inquadratura che permetta ai poteri costruttivi della religione di trovare espressione. La BIC incoraggia l’OSCE ad avviare un processo di esplorazione su come la religione, i suoi principi, i suoi concetti e le sue intuizioni, possano contribuire a risolvere i conflitti, a facilitare una maggiore armonia sociale e a creare società stabili e pacifiche».

Video di copertura dei contributi BIC sulla tolleranza e non discriminazione nonché sulla libertà di religione o di credo sono disponibili in lingua inglese presso www.ocse.org.

Per leggere l’articolo in inglese on-line, visualizzare fotografie e accedere ai link si vada a: http://news.bahai.org/story/1072

Altri articoli collegati:

  1. Un forum alle Nazioni Unite discute il ruolo delle donne rurali Ascoltare e sostenere le donne rurali è fondamentale per mettere fine alla povertà e alla fame e per conseguire la pace e lo sviluppo sostenibile.. Questo il messaggio di Michelle...
  2. Il tema della gioventù esaminato durante un Congresso interreligioso Perché un crescente numero di giovani in tutto il pianeta partecipino costruttivamente alla vita della società e contribuiscano al progresso sociale, è necessario un cambiamento fondamentale nel modo di vedere...
  3. Un convegno esplora il collegamento fra l’arte di governo e la religione Un convegno esplora il collegamento fra l’arte di governo e la religione Oltre 50 persone hanno partecipato al «Convegno sull’arte di governo e la religione» che si è recentemente svolto...
  4. Un simposio riformula il discorso su società laica, religione e bene comune Un simposio riformula il discorso su società laica, religione e bene comune Importanti studiosi canadesi e protagonisti della società civile si sono incontrati a Vancouver all’Università della British Columbia dal...
  5. In Marocco, un simposio parla di religione, spiritualità e educazione Che cos’è la spiritualità? Come può l’educazione religiosa incoraggiarla? E quale ruolo svolgono la religione e la spiritualità nel promuovere il benessere dell’uomo? Questi sono alcuni degli interrogativi presi in...

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi